venerdì 18 agosto 2017

IL LIQUORE DI 100 FOGLIE DI AMARENA per il Calendario del Cibo Italiano

di Vittoria

Oggi, per il Calendario del cibo Italiano, è la giornata dei liquori e sciroppi e noi la celebriamo con la ricetta del 100 Foglie di amarena, liquore aromatico molto in voga nel settecento e ottocento, quando non esistevano le bibite commerciali e le famiglie si ingegnavano per utilizzare ogni cosa la natura offrisse.
Questo tipo di liquore, prodotto principalmente con bacche, ma anche con foglie o noccioli, viene catalogato nei ratafià e in Italia è produzione familiare diffusa e tipica principalmente in Piiemonte, Abruzzo e Puglia.
All'estero il più famoso è prodotto in Catalogna.




Nella tradizione italiana sono decine i liquori e sciroppi ottenuti da frutti, erbe, fiori, bacche e molti li troverete pubblicati da altri blogger per festeggiare questa giornata, troverete tutti i link nell'articolo di oggi sul sito del Calendario del Cibo Italiano e in rete troverete moltissime notizie seguendo l'hashtag #c52liquori #c52sciroppi



Ho scelto questo liquore molto particolare, il 100 foglie di amarena, perchè era uno di quelli che vedevo fare in casa e ha la particolarità di essere fatto con le foglie invece dei frutti (esiste anche una versione con i noccioli); foglie che vanno raccolte in primavera o finchè ci sono i frutti sull’albero e in macerazione rilasciano un aroma intenso di amarena, come ci fossero i frutti dentro.

Ricordo nonne e zie, nella grande casa dove ci riunivamo d’estate a Bra, in Piemonte,  indaffarate a raccogliere, pulire, affettare, seccare, macerare, cuocere, invasare, bollire, tutto quello che orto, vigna, frutteto, campi e bosco offrivano.

Fra queste facevano anche sciroppi e liquorini che io ho sempre detestato perché eccessivamente dolci.

La loro specialità era il Laurino, liquore di bacche del Lauroceraso, ma per quello dovrete aspettare l’autunno, le bacche maturano a fine estate e poi deve maturare….

Invece il 100 foglie di Amarene si prepara in primavera inoltrata ed eccolo qui pronto da bere o da regalare a Natale.


Mi rammarico di non avere ascoltato attentamente perché nel quaderno nero strappato di nonna Ines, di queste preparazioni non si parla. Tutto era fatto a occhio.  Mamma per fortuna ha proseguito la tradizione aiutata anche da un bellissimo libro, infallibile e ormai introvabile, e la ricetta è così arrivata anche a me che ve la giro.

La base è il vino rosso
In Piemonte si usava sicuramente una Barbera, io ho optato per un Lambrusco che forse è un po’  leggerino. Da una ricerca in rete ho scoperto che questo liquore è molto in voga in Abruzzo e Puglia dove i vini più più usati sono rispettivamente il Montepulciano d'Abruzzo e il Primitivo di Manduria. Insomma un rosso di buon corpo.



100 FOGLIE DI AMARENA
Per 1,2 lt circa di liquore

100 foglie di amarena verdi e grosse
1 limone, la scorza
1 bottiglia di vino rosso, 750 ml
150 g  zucchero semolato +50 g zucchero liquido (se serve)
250 ml alcool da dolci 95°

Pulite le foglie con una pezzuola umida e mettetele in un vaso di vetro a chiusura ermetica con la scorza di limone, il vino e lo zucchero.
Chiudete e fate riposare 2 mesi al buio, agitando il vaso ogni tanto.
Filtrate con un colino e poi con l’apposito filtro di carta, aggiungete l’alcool e imbottigliate.
Fate stagionare 2 mesi prima di assaggiare.

Nota:
Prima di imbottigliare ho assaggiato e aggiunto altri 50 g di zucchero liquido perché era troppo forte


Fonti:



Siti:
https://it.wikipedia.org/wiki/Ratafi%C3%A0


















Stampa il post

lunedì 14 agosto 2017

MTC Summer Edition Crêpe is the new black - i miei Nalesniky

di Vittoria



I Libri dell' MTChallenge continuano a crescere e il 5 giugno è uscito  il sesto, Crêpe is the new black, una vera miniera di ricette non solo di crêpes classiche francesi, ma di ricette da tutto il modo arricchite da accompagnamenti, salse idee, notizie, curiosità che lo rendono un vero manuale di ricette da realizzare con pochi semplici ingredienti quando avrete voglia di qualcosa di buono. 




MTChallenge è continuamente fonte di spunti e idee muove e stimolanti e non ci sono ricette di questo libro che non vorrei provare, salate o dolci, crêpes, blinis, pancakes, gauffres, waffles, e tutte le varianti in giro per il mondo. Anche intolleranti e celiaci troveranno ricette adatte a loro, nessuno resterà a bocca asciutta.


Partecipiamo alla sfida MTC Summer Edition di questa calda estate, dedicata alle ricette del libro.





Ho scelto una ricetta che mi ha colpito  per la crema di accompagnamento con cui vengono tradizionalmente servite queste particolari crêpes polacche.
Crema soffice realizzata con formaggino fresco, dolce, ma anche un po' salatina. Una goduria mai stucchevole, non si smette di mangiarne una e poi ancora un'altra, poi magari ne provo ancora una.....
Grazie a Ilaria del blog Soffici autrice di questa delizia




NALESNIKY

per circa 8 crepes di 23 cm di diametro

120 g farina
120 ml latte
110 ml acqua
1 uovo
1 pizzico di sale

Sbattete l'uovo in una terrina, aggiungete la farina e il sale. Aggiungete i liquidi poco per volta mescolando bene per ottenere una pasta liscia e senza grumi.
Scaldate una padella di 22-23 cm di diametro, ungetela con poco burro (io metto un pezzetto di burro in un foglio di carta da cucina chiuso a sacchetto e lo uso per ungere la padella calda)
Versate un mestolino di pastella e ruotate per distribuirla uniformemente. Cuocete dai due lati, impilate e tenete al caldo mentre fate le altre.

Farcitura al formaggio

200 g di formaggio fresco (robiola, ricotta, mascarpone, formaggino spalmabile)
1 cucchiaio di panna acida
1-2 cucchiai zucchero a velo
1 pizzico di cannella

1 cucchiaino abbondante a testa di marmellata di mirtilli o lamponi o frutti di bosco

Amalgamate tutti gli ingredienti, se dovesse essere troppo densa allungate con poco latte, deve risultare una crema soffice spalmabile leggermente acidula e con una nota salatina.

spalmate ogni crepes con la crema e aggiungete un cucchiaino di marmellata. Piegate a portafoglio e servite.

Perfetto l'accompagnamento con un vino dolce, uno sciroppo o un liquore di frutta.


















Stampa il post

lunedì 7 agosto 2017

Torta fillo con riso e zucchine













Vale la pena accendere il forno per questa torta salata. Ricetta di Cucina no problem con qualche modifica da parte mia

Torta fillo con riso e zucchine
Stampo 18x28 ma mi è venuta un pò alta per i miei gusti, suggerisco di usare una teglia più grande

800 g zucchine
7/8 fogli di pasta fillo
230 g riso
una cipolla rossa
12 fiori di zucca
maggiorana
2 uova
1 dl di panna
un limone non trattato
50 g di pecorino romano
un paio di cucchiai di parmigiano
40 g di pinoli
olio evo
sale e pepe
Mettere i pinoli a bagno in acqua fredda. Lessare il riso molto al dente, passarlo sotto l'acqua per raffreddarlo, scolare e versarlo in una ciotola. Aggiungere le uova, i formaggi, la panna , la maggiorana e la buccia del limone grattugiata. Salare e pepare
Tritare la cipolla, farla soffriggere in una larga padella con qualche cucchiaio di olio, aggiungere le zucchine tagliate a rondelle e saltare a fuoco alto per fare insaporire per un paio di minuti. In ultimo aggiungere i fiori tagliuzzati. Fare raffreddare e salare. Tagliare grossolanamente a coltello ed unire al composto riso.  Ungere leggermente la teglia con olio evo. Disporre all'interno i fogli di pasta fillo, spennellati singolarmente di olio, in modo che debordino di 4/5 cm. Riempire il guscio con il composto di riso e zucchine, disporre sulla superficie i pinoli scolati, completare con un filo di olio.
Ripiegare i bordi della pasta sul ripieno, spennellare di olio e porre in forno a 180° per 40'/45'.
Mettere la teglia nella parte bassa del forno in modo che la sfoglia cuocia bene anche sotto, il ripieno è molto umido. E' buona sia fredda che leggermente tiepida
Nadia



Stampa il post

venerdì 4 agosto 2017

Appendice - Dieci anni insieme

Ovviamente per celebrare degnamente l' evento ci siamo ritrovate nella splendida Villa Carrara, ospiti di Vittoria. Potevamo non preparare qualcosa ?? Volete un anticipo???


Le mini quiches di Paola 

I ripieni di Vittoria

La caponatina di Nadia

I friarelli di Vitto

I ceci speziati di Vittoria

La torta di riso e trombette in pasta fillo di Nadia
Torta di frutta Ilaria 

Torta di ricotta Ilaria
Le ricette nei prossimi post!!!!
Stampa il post
Related Posts with Thumbnails